Email marketing

L’email marketing è una delle forme di marketing con il più alto tasso di conversione.
Fa parte del marketing diretto (DM), con il quale l’azienda comunica direttamente al potenziale cliente, attraverso la posta elettronica, le offerte e le promozioni in corso.

Si basa sull’esistenza di un archivio di indirizzi email (mailing list) che possono essere reperiti in due modi diversi:

    • Acquistati presso aziende specializzate, indicando tutte le specifiche di selezione da fare per poter estrarre l’elenco di interesse.
    • Acquisiti attraverso campagne pubblicitarie che hanno come scopo l’iscrizione ad un portale o ad un servizio, o attraverso le iscrizioni spontanee da una pagina aziendale dedicata.

emailCi sono regole abbastanza rigide in materia, ed è importante affidarsi ad esperti del settore, per evitare segnalazioni come “spammer” presso il garante della privacy o altri organi competenti.
Infatti, tutte le volte che un utente si iscrive ad un portale o ad un servizio, deve abilitare le caselle che riguardano il trattamento dei dati personali, tra cui l’indirizzo email. Se questo processo naturale di iscrizione non avviene, e il contatto viene reperito in altri modi, senza il consenso, si rischia di ricevere segnalazioni e denunce presso le autorità competenti, con sanzioni elevate.
Per questo è importante reperire i contatti autonomamente attraverso pagine studiate ad hoc (Landing Pages) oppure attraverso elenchi di contatti che in qualche modo hanno autorizzato la diffusione, da acquistare presso alcune aziende abilitate.

Una volta creata la lista di contatti, verranno inviate comunicazioni mensili contenenti offerte e promozioni speciali, con grafica e contenuti personalizzati.

L’email marketing è una delle forme di marketing con il più alto tasso di conversione.

Fa parte del marketing diretto, con il quale l’azienda comunica direttamente al potenziale cliente, attraverso la posta elettronica, le offerte e le promozioni in corso.

Si basa sull’esistenza di un archivio di indirizzi email (mailing list) che possono essere reperiti in due modi diversi:

    • Acquistati presso aziende specializzate, indicando tutte le specifiche di selezione da fare per poter estrarre l’elenco di interesse.
    • Acquisiti attraverso campagne pubblicitarie che hanno come scopo l’iscrizione ad un portale o ad un servizio, o attraverso le iscrizioni spontanee da una pagina aziendale dedicata.

Ci sono regole abbastanza rigide in materia, ed è importante affidarsi ad esperti del settore, per evitare segnalazioni come “spammer” presso il garante della privacy o altri organi competenti.

Infatti, tutte le volte che un utente si iscrive ad un portale o ad un servizio, deve abilitare le caselle che riguardano il trattamento dei dati personali, tra cui l’indirizzo email. Se questo processo naturale di iscrizione non avviene, e il contatto viene reperito in altri modi, senza il consenso, si rischia di ricevere segnalazioni e denunce presso le autorità competenti, con sanzioni elevate.

Per questo è importante reperire i contatti autonomamente attraverso pagine studiate ad hoc (Landing Pages) oppure attraverso elenchi di contatti che in qualche modo hanno autorizzato la diffusione, da acquistare presso alcune aziende abilitate.

Una volta creata la lista di contatti, verranno inviate comunicazioni mensili contenenti offerte e promozioni speciali, con grafica e contenuti personalizzabili.


 

^